Loredana Ricchi Psicoterapia Cognitivo Comportamentale e Terapia EMDR
Home » PsicoBlog » Il Pregiudizio

PsicoBlog

Il Pregiudizio

Il Pregiudizio - Loredana Ricchi

Ha ancora senso parlare di pregiudizi sulle donne ai nostri giorni?

 

“I pregiudizi sono profondamente radicati nel costume: sfidano il tempo, le rettifiche, le smentite, perché presentano un’utilità sociale. L’insicurezza umana ha bisogno di certezze ed essi ne forniscono. Vengono trasmessi come verità indiscutibili fin dall’infanzia e non vengono mai rinnegati successivamente. L’individuo li interiorizza suo malgrado e ne è vittima sia colui che li formula e li mantiene in vita, sia colui che ne viene colpito e bollato. Per confutarli e distruggerli occorre non solo una notevolissima presa di coscienza, ma anche il coraggio della ribellione che non tutti hanno”. Elena Gianini Belotti, 1973. 

Ha ancora senso parlare di pregiudizi ai nostri giorni?

Purtroppo sì: circa 9 persone su 10 hanno pregiudizi nei confronti delle donne. È ciò che è emerso dalla ricerca pubblicata dallo United Nations Development Programme (UNDP) che elabora i dati raccolti in 75 Paesi nel mondo, rappresentativi dell’81% della popolazione globale.

La ricerca rivela dati eclatanti: in media il 90 per cento della popolazione – il 91 per cento degli uomini e l’86 per cento delle donne – nutre ancora almeno un pregiudizio nei confronti delle donne in tema di diritti politici, economici, riproduttivi, legati all’istruzione o alle violenze di genere (Fonte: La Repubblica, 18 marzo 2020). 

Sconfortante, vero?

E se a partire dal nostro piccolo provassimo a cambiare questi pregiudizi discriminatori e accrescere la consapevolezza delle persone?